Assicurazione camper: cos'è e quali le coperture accessorie


L’assicurazione per il camper è necessaria, oltre che obbligatoria, per circolare con il veicolo. La polizza assicurativa RC garantisce l’assicurato da eventuali danni provocati involontariamente a terzi, ma è possibile coprire anche il furto, l’incendio e le calamità naturali. 

 Sono sempre più gli italiani che scelgono di viaggiare in camper. Nonostante appartengano alla categoria “altri veicoli”, i camper necessitano comunque di un'assicurazione di responsabilità civile, che è d'obbligo per legge. La garanzia di responsabilità civile copre l'assicurato per tutti quei danni involontariamente cagionati a terzi in conseguenza della circolazione del veicolo assicurato. Possono essere, tuttavia, previste delle sospensioni, limitazioni ed esclusioni della copertura assicurativa, che possono dar luogo alla riduzione o al mancato pagamento del risarcimento. Accanto alla responsabilità civile, è possibile coprire anche altri danni: si va dal furto totale o parziale, consumato o tentato, all'incendio e scoppio, fino alla possibilità di assicurare il proprio camper anche contro calamità naturali, quali inondazioni, alluvioni, frane e grandine. Se ci si vuole coprire anche dai danni di collisione con veicolo identificato durante la circolazione, è possibile sottoscrivere polizze per camper del tipo mini Kasko o Kasko parziale che differisce da quella completa o integrale perché non prevede anche danni causati da ribaltamenti e uscita di strada. Molte polizze possono anche includere servizi di assistenza stradale in caso di impossibilità di utilizzo del veicolo assicurato dovuta, ad esempio, a incidente stradale, guasto, foratura o danni ai pneumatici. Ma c'è di più, perché di solito chi viaggia in camper non viaggia quasi mai da solo, ma in compagnia e potrebbe volere una copertura di responsabilità civile passeggeri. Dal rischio di danneggiare accidentalmente gli altri aprendo, casomai, lo sportello inavvertitamente, vi tutelano particolari estensioni di coperture, sempre utili se si è un po' sbadati o ci si vuole tutelare anche da fermo. Per quanto riguarda i contratti, possono essere stipulati con o senza tacito rinnovo e con o senza franchigia, il cui importo sarà precisato nella polizza sottoscritta. In caso di tacito rinnovo, bisogna ricordarsi di dare disdetta almeno 15 giorni prima della scadenza annuale.
stampa la pagina

Commenti