L'area camper Perla dell'Adriatico


L'area camper Perla dell'adriatico si trova a Santa Maria a mare, vicino a Porto San Giorgio, a cui è collegata tramite un servizio di navetta. L'area si trova a 100 metri circa dal mare e a 2 km dal centro urbano, raggiungibile anche attraverso la lunga passeggiata del lungomare con una piacevole pedalata in bicicletta.
L'area è custodita, illuminata, fornita di camper service, di colonne per l'allaccio elettrico, acqua potabile, servizi igienici, docce fredde e calde a gettone (1 euro) lavanderia, lavatoi per stoviglie, barbecue  ed è coperta con la rete wi-fi.
Sono accettati i cani purché tenuti a guinzaglio. Sono disponibili piazzole per disabili e piazzole extra large.

Le spiagge della zona sono sia libere che stabilimenti balnerari a pagamento.
Per prenotare potete utilizzare il modulo online sul sito ufficiale oppure contattare telefonicamente il +39 0734 675656 o in alternativa il +39 333 1006529.
L'area è aperta tutto l'anno, le tariffe attuali vanno dai 12 euro ai 18 euro a seconda della stagione, è possibile inoltre praticare il camper stop dalle 19.00 alle 9.00 con tariffe ulteriormente ridotte o utilizzare il solo camper service al costo di 5 euro.

CI SONO STATA
la perla dell'adriatico a porto San Giorgio

ad Agosto 2010, l'idea era di trascorrerci l'intero periodo di vacanza ma siamo stati 3 giorni e poi ci siamo spostati altrove.
L'area ha delle buone potenzialità a livello di territorio  infatti è  in un ex campeggio con alberi adulti che dividono le piazzole in aree di buone dimensioni, il problema è la disorganizzazione di fondo.
Il personale non è preparato per gestire un'area camper (a parte il più anziano, persona gentile e disponibile), si ha l'impressione di essere in mezzo a troppi dipendenti e non si capisce chi fa cosa. Un'area di queste dimensioni viene tranquillamente gestita a livello famigliare, trovare una persona in reception (che non si capisce cosa faccia) e tre nell'area intente fare spostare i camper da un posto all'altro durante il soggiorno è più che strano, quasi spiacevole.
Il nostro soggiorno è stato condizionato da una forte pioggia avvenuta la notte prima del nostro arrivo, per cui il personale si è scusato ma la nostra piazzola (prenotata molto tempo prima) non era pronta, ci hanno fatto aspettare nel parcheggio (libero) limitrofo all'area e "ci avrebbero fatto sapere". Di fatto quando abbiamo visto altra gente entrare siamo entrati anche noi (ci avrebbero chiamati forse il giorno dopo o 2 dopo altrimenti), ci hanno sistemati in un posto "temporaneo" vicino ai bagni, siamo stati un giorno  e mezzo senza poter aprire il tendalino in pieno passaggio di manovra per i camper che andavano a fare il camper service che non era regolamentato da alcun orario. E ci è ancora andata bene perchè due famiglie di camperisti romani, addossate proprio alla zona dei lavandini, sono state 2 giorni tra i sacchi della spazzatura, gli schizzi dei lavelli e gli odori degli scarichi dei camper.

Dopo avere parlato ripetutamente con uno dei gestori che  mi aveva promesso un cambio posto prima per la sera poi per il giorno dopo e poi per la sera successiva mi sono stupita nel vedere che il posto che aveva promesso a noi (non appena asciutto) l'aveva in realtà assegnato ad altri. E non solo, la sera prima mi aveva detto che quelli che già soggiornavano sul fondo di quelle piazzole (ombreggiate, su manto erboso e carine) erano in realtà i mezzi dei manovali che dovevano rimettere in sesto l'area camper. Se erano lavoranti si erano portati dietro mogli, figli e pentolame vario perchè erano decisamente numerosi e organizzati.
Insomma era una balla, ma perchè raccontare le bugie ai clienti?
Comunque quando ho fatto presente al gestore che non era stato corretto e che io non ero neanche in grado di lavare due costumi perchè non sapevo dove stenderli (2 adulti + 3 bambini + 1 cane) lui ha ribattuto che se volevamo andarcene via eravamo liberi di farlo...
Mio marito sarebbe partito subito, io ho insistito per avere una sistemazione più adeguata e l'ho ottenuta (anche se ancora in parte fangosa), insomma l'impressione che ho avuto è che fossero ancora altamente impreparati per gestire un'area di quelle dimensioni, inoltre probabilmente hanno preso in carico più prenotazioni di quante potessero gestirne perchè anche quando le piazzole sono state interamente ripristintate hanno continuato a fare entrare camper sistemandoli nei posti più improbabili, giustificandosi spesso dicendo "le altre aree camper ad agosto non fanno aprire i tendalini".
Va beh, questa è stata la mia esperienza personale, non proprio felice e fortunata, ma probabilmente condizionata ad un momento particolare (la pioggia e l'apertura recentissima).

Restano però di fatto alcuni problemi seri da risolvere.
Primo tra tutti le docce.
Le docce "calde" sono tre, a cui si aggiunge una doccia fredda aperta.
L'acqua viene scaldata attraverso un sistema di pannellli solari che però non ha un serbatoio abbastanza grande da garantire l'autonomia degli impianti, in pratica se ci si faceva la doccia alle 6 di sera era appena tiepida, alle 6 e mezza già fredda e alle 7 era esattamente uguale a quella libera, per cui completamente inutile. In un posto di mare non è pensabile doversi fare la doccia alle 5 di pomeriggio... l'acqua calda (soprattutto se è a pagamento) deve essere garantita sempre a chiunque. Infine il sistema delle docce è assolutamente scomodo: bisogna mettere 1 euro e viene assegnata in automatico la doccia da usare, che inizia a erogare immediatamente l'acqua. In pratica bisogna guardare quale doccia è stata assegnata, correre, cercare di lavarsi e di lavare i bambini nei tre minuti di (si spera) acqua tiepida e se non si è finito quando finisce il getto, tornare a mettere un'altra moneta e vedere quale doccia ha assegnato il sistema. Se è chiusa (metti che dentro ci sia qualcuno che si è chiuso per asciugarsi in pace dopo la doccia) chi è dentro rischia di farsi una seconda doccia (gratis) e chi è fuori resta con lo shampoo nei capelli, bagnato e la sensazione che qualcosa non stia funzionando nel verso giusto...


I lavelli sono pochi e non sufficienti per le persone che erano accampate ad agosto, le file per fare i piatti o il bucato troppo lunghe, 3 lavelli per più di 100 camper non bastano.
Altro aspetto che dovrebbe essere meglio spiegato è il mare. E' vero che l'area è vicina al mare, o meglio, al porto, ma per raggiungere la prima spiaggia occorre fare parecchia strada, se poi si cerca la spiaggia libera bisogna anche capire cosa portarsi, si va in bici con le stuoie e gli asciugamani o a piedi sotto il sole con le sedie a sdraio? Un po' tutti si lamentavano di questo aspetto poco chiaro sul sito ufficiale.
Altra cosa: non ho visto nessuna "navetta" anzi, se per "navetta" intendono il servizio di bus urbano la fermata non era neanche vicina. Ho visitato ottime aree camper con il servizio di navetta, quella di S. Gimignano per esempio, si tratta di un servizio messo a disposizione dai gestori che si fanno carico del trasferimento dalla località periferica in cui si trova l'area al centro. La navetta non c'era, così come non c'era il wifi del resto.

Poi per quanto riguarda il mare la spiaggia è di sabbia e adatta ai bambini, il mare è pulito e gradevole.

Insomma, la perla dell'adriatico per il momento non ha passato l'esame, tant'è che ci siamo spostati dopo 3 giorni anzichè restare per tutto il periodo in programma.
Speriamo che con il tempo si organizzino meglio, implementino i bagni e scoprano l'acqua calda.
le piazzole dell'area camper, potenzialmente grandi e belle
i bagni e zona lavelli, non adeguate al numero di camper ospitati
pavimento in piano ma infangato
stampa la pagina

Commenti